Héctor Lavoe

Questa voce è da wikificare
Questa voce o sezione sull'argomento cantanti non è ancora formattata secondo gli standard.
Abbozzo
Questa voce sull'argomento cantanti portoricani è solo un abbozzo.
Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia.
Héctor Lavoe
Statuehectorlavoe.jpg
NazionalitàPorto Rico Porto Rico
GenereSalsa
Periodo di attività musicale1967 – 1993
Sito ufficiale
Modifica dati su Wikidata · Manuale

Héctor Juan Pérez Martínez, noto come Héctor Lavoe (Ponce (Porto Rico), 30 settembre 1946 – New York, 29 giugno 1993), è stato un cantante portoricano.

Biografia

Nacque nel Quartiere Machuelo in Ponce (Puerto Rico) figlio di Francisca de Perez e Luis Perez. Nasce in una famiglia numerosa e molto povera che riuscì a sopravvivere grazie al talento musicale di Hector. All'età di 5 anni muore sua madre e questo lo segna profondamente tant'è che cita sia sua madre che la sua morte in varie canzoni, per esempio El dia de mi suerte e La fama. A 17 anni si trasferì a New York in cerca di fama e fortuna come cantante. Si trasferisce con la sorella nonostante l'opposizione del padre che a New York aveva già perso un figlio per colpa della droga. Sin dall'inizio collabora con Willie Colon. Nel 1967 esce il suo primo album di successo “El Malo” e con i primi successi arrivarono i primi amori, infatti, conobbe Carmen Castro. La relazione fu ufficializzata nel gennaio del 1968. Il 30 ottobre dello stesso anno nasce suo figlio José Alberto Perez. Due mesi dopo, il giorno del battesimo di suo figlio, Hector riceve una chiamata da Nilda Roman meglio conosciuta come ‘Puchi’, una sua fan, nella quale lo avvisava di essere incinta di lui. Il piccolo Hectorsito Perez detto "Tito" arriverà un anno dopo, lasciando molti dubbi sulla sua paternità del cantante. Di pari passo col successo cresceva l'abuso di droghe. Il suo migliore anno fu il 1985. Due anni dopo nel 1987 suo figlio morì segnando inesorabilmente l'anima di Hector che mai più si riprenderà. Contrae l'AIDS e decide di farla finita. Si butta giù dalla stanza dell'albergo dove alloggiava convinto di essere stato chiamato dal figlio morto. Riuscì a sopravvivere. Morì nell'ospedale Saint Claire (New York) all'età di 46 anni nel 1993 a causa dell'AIDS.

Discografia

Come vocalist del Willie Colón Orchestra

  • El Malo (1967)
  • The Hustler (1968)
  • Guisando (1968)
  • Cosa Nuestra (1969)
  • La Gran Fuga (1970)
  • Asalto Navideño (1971)
  • El Juicio (1972)
  • Asalto Navideño Vol. 2 (1973)
  • Lo Mato (Si No Compra Este LP) (1973)
  • Willie (1974)
  • The Good, The Bad, The Ugly (1975)
  • Déjà Vu (1978)
  • Vigilante (1983)

Come solista

  • La Voz (1975)
  • De Ti Depende (1976)
  • Comedia (1978)
  • Feliz Navidad (1979) (with Daniel Santos & Yomo Toro)
  • Recordando a Felipe Pirela (1979)
  • El Sabio (1980)
  • Que Sentimiento (1981)
  • Revento (1985)
  • Strikes Back (1987)

Album postumi

  • The Master & The Protege with Van Lester (1993)
  • Live! (1997)
  • Tu Bien Lo Sabes* (With Lavoe's never before released song "Tu Bien Lo Sabes") (2001)
  • Mi Regreso: Hector Lavoe Live at Club Borinquen (2005)

Con Tito Puente

  • Homenaje a Beny Moré Vol. 2 (1979) song: "Donde Estabas Tú"
  • Homenaje a Beny Moré Vol. 3 (1985) song: "Tumba Tumbador"

Film

  • Fania All Stars: Our Latin Thing
  • Fania All Stars: Salsa
  • Celia Cruz con Fania All Stars Live In Africa. Registrato dal vivo a Kinshasa, Zaire come parte del concerto di "The Rumble in the Jungle".
  • El Cantante

Altri progetti

Altri progetti

  • Wikimedia Commons
  • Collabora a Wikimedia Commons Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Héctor Lavoe

Collegamenti esterni

  • Sito ufficiale, su hectorlavoe.com. Modifica su Wikidata
  • (EN) Héctor Lavoe, su Enciclopedia Britannica, Encyclopædia Britannica, Inc. Modifica su Wikidata
  • (EN) Héctor Lavoe, su AllMusic, All Media Network. Modifica su Wikidata
  • (EN) Héctor Lavoe, su Discogs, Zink Media. Modifica su Wikidata
  • (EN) Héctor Lavoe, su MusicBrainz, MetaBrainz Foundation. Modifica su Wikidata
  • (EN) Héctor Lavoe, su Billboard. Modifica su Wikidata
  • (EN) Héctor Lavoe, su Internet Movie Database, IMDb.com. Modifica su Wikidata
  • Fania Records Official Site, su fania.com.
  • August 2004 New York Times article on Hector's legacy and biographical film, su nytimes.com.
Controllo di autoritàVIAF (EN) 61738939 · ISNI (EN) 0000 0000 5959 5492 · Europeana agent/base/53906 · LCCN (EN) n94001520 · GND (DE) 133540227 · BNE (ES) XX995663 (data) · BNF (FR) cb13967124b (data) · CONOR.SI (SL) 150527331 · WorldCat Identities (EN) lccn-n94001520
  Portale Biografie
  Portale Musica