Tonga

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Tonga (disambigua).
Tonga
Tonga – Bandiera Tonga - Stemma
(dettagli) (dettagli)
(TO) Ko e Otua mo Tonga ko hoku tofi'a
(EN) God and Tonga are my heritage
(IT) Dio e Tonga sono il mio patrimonio
Tonga - Localizzazione
Tonga - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completoRegno di Tonga
Nome ufficialePule'anga Fakatu'i 'o Tonga
Kingdom of Tonga
Lingue ufficialitongano e inglese
CapitaleNukuʻalofa  (24.571 ab. / 2012)
Politica
Forma di governoMonarchia costituzionale parlamentare
ReTupou VI
Primo ministroSiaosi Sovaleni
Indipendenza4 giugno 1970 dal Regno Unito
Ingresso nell'ONU14 settembre 1999
Superficie
Totale748 km² (171º)
% delle acque4%
Popolazione
Totale100.209 ab. (2021) (180º)
Densità139 ab./km² (57º)
Tasso di crescita0,192% (2012)[1]
Nome degli abitantiTongani
Geografia
ContinenteOceania
ConfiniNessuno
Fuso orarioUTC+13[2]
Economia
ValutaPaʻanga tongano
PIL (nominale)471[3] milioni di $ (2012) (183º)
PIL pro capite (nominale)4 551 $ (2012) (102º)
PIL (PPA)826 milioni di $ (2012) (183º)
PIL pro capite (PPA)7 987 $ (2012) (101º)
ISU (2011)0,704 (alto) (90º)
Fecondità3,9 (2011)[4]
Consumo energetico456 kWh/ab. anno
Varie
Codici ISO 3166TO, TON, 776
TLD.to
Prefisso tel.+676
Sigla autom.TON
Inno nazionaleKoe Fasi Oe Tu'i Oe Otu Tonga
Festa nazionale4 giugno
Tonga - Mappa
Tonga - Mappa
Evoluzione storica
Stato precedenteFlag of the United Kingdom.svgTerritori britannici del Pacifico occidentale
 
Coordinate: 20°35′16″S 174°48′37″W / 20.587778°S 174.810278°W-20.587778; -174.810278

Tonga, ufficialmente Regno di Tonga (in tongano: Puleʻanga Fakatuʻi ʻo Tonga; in inglese: Kingdom of Tonga), è uno stato insulare della Polinesia.

Il paese ha una superficie di 748 km² e conta circa 100 209 abitanti (censimento 2021)[5][6]. Il Regno di Tonga è formato da un arcipelago, per un totale di 169 isole, di cui solo 36 abitate.[6] La capitale è Nukuʻalofa.

Etimologia del nome

In molte lingue polinesiane, incluso il tongano, la parola tonga deriva da fakatonga, che significa "verso sud", e l'arcipelago è così chiamato perché è il gruppo più meridionale tra i gruppi di isole della Polinesia centrale.

Tonga divenne nota in Occidente come le Isole dell'Amicizia per la cordiale accoglienza riservata al capitano James Cook durante la sua prima visita nel 1773. Arrivò in occasione dell'annuale festival ʻinasi, incentrato sulla donazione delle primizie al monarca delle isole e ricevette un invito ai festeggiamenti.[7][8][9][10]

Storia

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Impero Tu'i Tonga.

L'arcipelago fu abitato fin dall'inizio del II millennio a.C. da tribù provenienti da Samoa. Per un breve periodo Tonga fu un regno potente con tendenze imperialiste sull'area circostante, e si estendeva dal territorio attuale delle Isole Figi alle Isole della Società della Polinesia francese, incluso questo regno e parte della Micronesia-Kiribati territorio dello Stato attuale. La prima leggendaria dinastia regnante del Regno di Tonga, Tonga Tu'i, è stata fondata da tribù provenienti da Samoa. Essa è stata seguita dalla Ha'atakalua Tu'i che si è conclusa con il regno di George Tupou, che fondò la dinastia Tu'i Kanotupolu.

Il popolo tongano incontrò per la prima volta gli europei nel 1616, quando la nave olandese Eendracht, capitanata da Willem Schouten, fece una breve visita alle isole allo scopo di impegnarsi nel commercio. Successivamente arrivarono altri esploratori olandesi, tra cui Jacob Le Maire (che visitò le isole settentrionale di Niuatoputapu, Niuafo'ou e Tafahi)[11][12][13] e Abel Tasman al comando di due navi, la Heemskerck e la Zeehaen, commissionate dalla Compagnia olandese delle Indie orientali di Jakarta nel 1643 (visitò Tongatapu e l'arcipelago di Haʻapai). Successivamente visitatori europei degni di nota includevano James Cook, della Royal Navy britannica, nel 1773, 1774 e 1777. Chiamò Isole dell'Amicizia le isole dell'arcipelago, nome che è rimasto nel tempo, e compilò le prime mappe accurate e precise della zona. Inoltre, il capitano Cook garantì l'arcipelago all'Impero britannico. Gli esploratori della Marina spagnola furono Francisco Mourelle de la Rúa nel 1781 (che visitò diverse isole tra cui Fonualei e Late)[14] ed Alessandro Malaspina nel 1793.

Nel diciannovesimo secolo arrivarono a Tonga missionari neo-protestanti che evangelizzarono velocemente le persone.

Nel 1845, Taufa'ahau Tupou, un capo tribale che fu convertito al cristianesimo, prese il potere nelle isole per unificare tutte le tribù in uno Stato potente. Nel 1865 fu costruito a Nuku'alofa il palazzo reale. Nel 1875 salì al trono George Tupou I e venne scritta la costituzione del Regno di Tonga (che è ancora in vigore e segue sia i valori europei sia quelli di Tonga). A George Tupou I successe suo nipote, George Tupou II, che firmò il trattato di amicizia e di protezione con la Gran Bretagna, rendendo Tonga un protettorato dell'Impero britannico. Gli succedette la figlia, la regina Tupou, che garantì un periodo pacifico, creando i presupposti per la piena indipendenza. Alla sua morte, nel 1965, salì al trono suo figlio Tupouto'a Tung. Nel 1970 il Regno di Tonga ottenne la piena indipendenza dal Regno Unito.

Nel settembre 2006 è salito al trono George Tupou V. Nonostante abbia introdotto alcune novità, come la perdita per la nobiltà di tutti i posti di governo, compreso quello di premier, in novembre c'è stata una rivolta per avere ulteriori riforme. Il regime si mantiene autocratico e tutta l'industria è nelle mani della famiglia reale. La corruzione è molto diffusa.[15]

Geografia

Situata in Oceania, Tonga è un arcipelago nell'Oceano Pacifico meridionale, a circa un terzo della distanza tra Nuova Zelanda e Hawaii. Si trova a sud delle Samoa e a est delle Figi.

La superficie di Tonga è circa 748 km².[6] Le sue 169 isole, 36 delle quali abitate[6], sono divise in tre gruppi principali, Vava'u, Ha'apai e Tongatapu, e coprono una linea nord-sud lunga 800 km. L'isola più grande, Tongatapu, su cui si trova la capitale Nukuʻalofa, copre 260,48 km².

Geologia

L'arcipelago di Tonga è costituito da due catene parallele di isole geologicamente diverse.[6][16]

Le isole occidentali, come 'Ata, Fonuafo'ou, Tofua, Kao, Late, Fonualei, Tokū, Niuatoputapu e Tafahi, nei pressi della fossa delle Tonga, fanno parte della zona di subduzione delle Kermadec-Tonga, un'area geologicamente molto attiva che si estende dalla Nuova Zelanda fino a nord-ovest delle Figi, nell'Oceano Pacifico, dovuta alla subduzione della placca pacifica sotto alla placca indo-australiana.[17][18] Questi vulcani si formano quando i materiali nella placca pacifica discendente si riscaldano e salgono in superficie. C'è solo uno sviluppo limitato della barriera corallina su queste isole, ad eccezione di Niuatoputapu. Nel dicembre 2014 e gennaio 2015, si è creata un'isola vulcanica, Hunga Tonga-Hunga Haʻapai, a 65 chilometri a nord-ovest di Nuku'alofa, andata in parte distrutta in seguito all'eruzione dell'Hunga Tonga del 2022.[19][20]

Le isole orientali invece non sono vulcaniche. Di queste isole, solo 'Eua si è innalzata abbastanza da esporre il suo substrato roccioso vulcanico sottostante, il resto sono isole basse di calcare corallino (Tongatapu, l'arcipelago di Vava'u e Lifuka) o isole sabbiose (Uoleva e 'Uiha). Queste isole sono circondate da barriere coralline.

Il punto più alto del Regno di Tonga è il vulcano Kao (1.030 m) sull'isola omonima.[21]

Confini

Tonga, essendo uno Stato insulare, non confina con altre terre emerse. Considerando però le acque territoriali, Tonga confina a nord con le Samoa, a nord-est con le Samoa americane, a est con Niue (Nuova Zelanda), a sud-est con le Isole Cook (Nuova Zelanda), a sud, sud-ovest e ovest con le Figi e a nord-ovest con Wallis e Futuna (Francia).

Clima

Il clima è tropicale oceanico. Durante la stagione calda e umida, che comprende i mesi tra novembre e aprile, la temperatura media che si aggira intorno ai 32 °C. Durante la stagione fresca e relativamente secca tra maggio e ottobre, la temperatura media si aggira intorno ai 27 °C.[22][23]

Le temperature variano a secondo della latitudine. Nelle isole più settentrionali anche maggio e novembre sono mesi caldi e piovosi, e anche nei mesi meno caldi la temperatura è elevata; nelle isole meridionali maggio e novembre rientrano nella stagione relativamente secca, mentre da giugno a settembre fa abbastanza fresco. Nell’isola maggiore di Tongatapu si hanno generalmente temperature medie minime che variano tra i 13 °C di luglio e agosto ai 20 °C di febbraio, e temperature medie massime che variano tra i 31 °C di gennaio e febbraio e i 27 °C di luglio e agosto.[22][23]

Circa il 60-70% delle precipitazioni annuali si hanno nella stagione umida. I cicloni tropicali si hanno generalmente nei mesi tra novembre e aprile e le isole Tonga sono in media colpite da due cicloni tropicali all’anno. I mesi in assoluto più piovosi sono quelli da gennaio a marzo.[22][23]

Società

Popolazione

Quasi due terzi degli abitanti vivono nell'isola più grande del regno, Tongatapu. Sebbene molti tongani si siano trasferiti nell'unico vero centro urbano dell'arcipelago, Nukuʻalofa (dove lo stile di vita locale si mescola a quello europeo), la vita del villaggio e i legami familiari rimangono molto importanti nella cultura tongana. La vita quotidiana è fortemente influenzata sia dalle tradizioni polinesiane sia dalla fede cristiana: per esempio, tutti i commerci e le attività di intrattenimento vengono sospesi dalla mezzanotte del sabato fino a quella della domenica seguente, mentre la costituzione dichiara il sabato giorno sacro.

I tongani, polinesiani per etnia con un misto di melanesiano, rappresentano oltre il 98% degli abitanti.[24] Circa l'1,5% sono tongani misti, il resto sono europei e altri isolani del Pacifico.[24]

Nel 2001 vi vivevano da 3.000 a 4.000 cinesi, che erano dunque il 3-4% della popolazione totale tongana. Le rivolte di Nukuʻalofa del 2006 hanno preso di mira principalmente le imprese di proprietà cinese, portando all'emigrazione di diverse centinaia di cinesi.[25]

L'aspettativa di vita media è di 76,6 anni. I maschi vivono 75 anni, mentre le donne vivono 78.3 anni.[26]

Demografia

Il censimento 2021 ha rilevato una popolazione totale di 100.209 con una diminuzione dello 0,4% rispetto al censimento del 2016.[5]

Tonga (2021) % Tonga (2021) Tonga (2016) % Tonga (2016) Tonga (2011) % Tonga (2011)
Maschi 48.777 48,7 50.255 49,9 51.979 50,3
Femmine 51.432 51,3 50.396 50,1 51.273 49,7
Totale della popolazione 100.209 100.651 103.252

Lingua

Le lingue ufficiali sono il tongano e l'inglese.[27]

Religione

La religione più diffusa è il cristianesimo, che raccoglie il 59% della popolazione (16% cattolici e il resto sono protestanti).

Economia

100¢

Il Paʻanga tongano è la valuta di Tonga. È suddivisa in 100 seniti (¢). Esiste anche un'altra unità, lo hau (1 hau = 100 paʻanga), ma si trova solo su emissioni commemorative.

Primario

L'agricoltura impiega circa l'86% dei tongani.[28][29][30]

I tongani rurali fanno affidamento sia sulla piantagione che sull'agricoltura di sussistenza. Le piante coltivate sia per le colture da reddito del mercato che per l'uso domestico includono banane, noci di cocco[31], chicchi di caffè, baccelli di vaniglia e radici come manioca, patata dolce e taro.[30][32][33]

Suini e pollame sono i principali tipi di bestiame.[28][29] I cavalli sono tenuti per scopi di tiro, principalmente dagli agricoltori che lavorano la loro ʻapi ʻuta (un appezzamento di boscaglia). Viene allevato più bestiame e le importazioni di carne bovina stanno diminuendo.[34]

Produttiva è anche la pesca.[28][29]

Secondario

L'industria si localizza principalmente sull'isola della capitale, Tongatapu, dove troviamo cantieri navali.

La cultura popolare e i manufatti tipici (sculture di legno o tessuti come il tapa e ngatu) sono di particolare interesse per gli stranieri, e ciò dà sostegno al piccolo artigianato. Gli abitanti di alcune isole, come Niuatoputapu, si sono specializzati nella lavorazione naturale del pandano, materia prima essenziale per confezionare l’abito tradizionale che ogni tongano indossa nelle occasioni importanti, il Taʻovala ed il Kiekie.[35][36][37]

La trasformazione delle noci di cocco in copra e cocco essiccato era un tempo l'unica industria significativa e l'unica esportazione commerciale. Il deterioramento dei prezzi sul mercato mondiale e la mancanza di reimpianto hanno portato questa industria un tempo vivace, come nella maggior parte delle nazioni insulari del Pacifico meridionale, a un completo arresto.[34]

Terziario

L'isola Nuku, nell'arcipelago di Vava'u

L'industria del turismo è relativamente poco sviluppata. Il governo riconosce che il turismo può svolgere un ruolo importante nello sviluppo economico e si stanno compiendo sforzi per aumentare questa fonte di entrate. Le navi da crociera si fermano spesso a Vava'u, famosa per l'osservazione dei cetacei (le megattere da luglio ad ottobre raggiungono questo arcipelago per partorire e svezzare i piccoli)[38][39][40], la pesca sportiva, il surf e le spiagge.[41]

I francobolli di Tonga, caratterizzati da disegni colorati e spesso insoliti (inclusi francobolli a forma di cuore e forma di banana), sono apprezzati dai filatelici.[42]

Nel settembre 1974 fu aperta la prima banca commerciale del paese, la Bank of Tonga.

Infrastrutture e trasporti

Strade

Sezione vuota
Questa sezione sull'argomento Strade è ancora vuota. Aiutaci a scriverla!

Telecomunicazioni

Le comunicazioni nelle isole sono assicurate da un unico cavo sottomarino, il Tonga Cable che collega Nuku'alofa a Suva nelle Figi.[43] Il cavo è stato interrotto per poi essere ripristinato a seguito dell'Eruzione dell'Hunga Tonga del 2022.

Un altro cavo sottomarino il Tonga Domestic Cable Extension (TDCE) garantisce le comunicazioni fra le isole collegando Nuku'alofa a Pangai e a Neiafu.[44]

Ambiente

Flora

La flora tongana appartiene, dal punto di vista climatico, alla flora delle foreste pluviali tropicali,[45] che predominano al di sotto dei 500 metri di altitudine. Gli alberi sempreverdi formano una chioma continua fino a 30 metri di altezza. Gli alberi a baldacchino comuni includono i Diospyros, i Rhus ed i Ficus. Il sottobosco comprende fitti cespi di felce e arbusti, tra cui la Psychotria insularum.[31][46][47]

Sulle dune costiere e sui depositi di lava e cenere relativamente recenti, dove i suoli sono più sottili e asciutti, predominano le foreste di casuarina comune, con alberi bassi e arbusti tra cui il Pandanus tectorius, l'ibisco[48] e la Scaevola taccada. Le foreste di mangrovie si trovano nelle zone umide di acqua salata sugli atolli corallini e intorno alle coste delle lagune costiere delle isole maggiori. Le specie predominanti sono di piccole e medie dimensioni: la Rhizophora mangle, la Rhizophora stylosa e la Lumnitzera littorea. Dove le condizioni sono favorevoli prosperano anche le specie di Bruguiera gymnorrhiza, Xylocarpus moluccensis e Xylocarpus granatum.[31][47]

Le foreste montane si trovano sopra i 500 metri di altitudine sull'isola di Tafahi. Il clima è più fresco e umido di quello delle foreste di pianura. Le specie arboree tipiche della foresta montana includono le Syzygium e la Weinmannia. Altre comunità vegetali montane sono la macchia vulcanica sui giovani pendii di Kao e le felci di Miscanthus nelle aree montuose di 'Eua.[31]

Ci sono 419 specie autoctone di piante vascolari nelle Tonga e circa il 3% sono endemiche.[47]

Fauna

Megattere a Tonga.

Delfini e gruppi migratori di megattere frequentano le acque dell'arcipelago. Le megattere arrivano qui da giugno a ottobre per partorire e svezzare i piccoli, e spesso si riescono ad avvistare al largo delle isole maggiori.[38][39][40]

L'unico mammifero terrestre endemico di Tonga è la volpe volante del Pacifico, un pipistrello frugivoro.[49] A Tonga i pipistrelli sono considerati sacri e sono di proprietà della monarchia. Pertanto, sono protetti e non possono essere danneggiati o cacciati. Di conseguenza, i pipistrelli volpe volanti hanno prosperato in molte delle isole di Tonga.[50]

Tonga presenta una scarsa avifauna, ma tra gli uccelli presenti, quelli di maggior interesse sono il lorichetto capoblu; il pappagallo splendente rosso dell'isola di 'Eua e il megapodio delle Tonga, una specie originariamente diffusa soltanto sull'isola di Niuafo'ou[51], ma che in questi ultimi anni è stata introdotta anche a Fonualei[52][53], un'isola vulcanica situata a nord-ovest delle Vava'u.[54]

Ordinamento dello Stato

È organizzato sotto forma di monarchia costituzionale e l'attuale capo di Stato è re Tupou VI, salito al trono nel 2012.[55]

Simboli

Suddivisione amministrativa

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Suddivisioni delle Tonga.

Tonga è composta da cinque suddivisioni a loro volta composte da ventitré distretti e da città.[56] Ogni suddivisione ha la sua capitale.

Divisione Capoluogo Popolazione (ab.)
2021
'Eua 'Ohonua 4 903
Haʻapai Pangai 5 419
Ongo Niua Hihifo 1 150
Tongatapu Nukuʻalofa 74 454
Vavaʻu Neiafu 14 283
Totale 100 209[5]

Città principali

  • Nukuʻalofa: capitale di Tonga e della suddivisione amministrativa Tongatapu
  • Mu'a: situata nella parte orientale dell'isola di Tongatapu

Ordinamento scolastico

L'istruzione primaria è gratuita e obbligatoria dai 6 ai 14 anni. Le scuole missionarie rappresentano circa l'83% dell'istruzione primaria e il 90% di quella secondaria. Per quanto riguarda l'istruzione a livelli superiori, vi sono corsi per insegnanti, infermieri e medici, una piccola università privata, un collegio commerciale femminile e alcune scuole agrarie private. Per il resto, l'istruzione di livello superiore viene impartita all'estero.[senza fonte]

Cultura

Voce da controllare
Questa voce o sezione sugli argomenti Cultura e Oceania è ritenuta da controllare.
Motivo: La voce è in pessimo stato con interi paragrafi del tutto privi di fonte. Molte affermazioni, da rapidi controlli in rete, non trovano alcun riscontro. Sembra una ricerca originale degli estensori

Tonga nello Spazio

21 febbraio 1981: viene lanciato Esiafi 1, primo satellite di Tonga.[57]

Tradizioni

Nonostante i tongani abbiano aderito al cristianesimo, alcune pratiche polinesiane rimangono ancora vive, tra cui il tatuaggio, che ha però perso il suo valore ancestrale.[senza fonte] La tradizione orale è ancora rilevante e le canzoni sono quasi sempre accompagnate dalla musica e da danze tradizionali.[senza fonte]

A Tonga il piatto principale è l'umu.[senza fonte] Molto diffusa è la tradizionale bevanda ʻotai, a base di cocco e frutta.[58]

Televisione

A Tonga esiste una emittente, Tonga TV, che trasmette su 10 canali.[59]

Sport

Lo sport nazionale è il rugby, seguito dal calcio. Un solo tongano è riuscito a salire su un podio olimpico: nel 1996 Paea Wolfgramm vinse la medaglia d'argento nel pugilato per la categoria pesi super massimi ai Giochi olimpici estivi di Atlanta[60]. Nel 2014 debutta per la prima volta in una disciplina invernale ai XXII Giochi olimpici invernali di Soči, con lo slittinista Bruno Banani.

Festività

Data Nome Significato
1º gennaio Capodanno Primo giorno dell'anno
variabile Venerdì santo La Chiesa cattolica e altre chiese commemorano la passione e la crocifissione di Gesù Cristo.
variabile Pasqua La Chiesa cattolica e altre chiese cristiane ricordano la risurrezione di Gesù
variabile Lunedì dell'Angelo Lunedì di Pasqua, Pasquetta
25 aprile ANZAC Day In memoria di tutti i soldati delle forze armate australiane e neozelandesi caduti in tutte le guerre.
4 giugno Giorno dell'Indipendenza Festa nazionale che commemora l'Indipendenza dal Regno Unito il 4 giugno 1970
4 luglio[61] Compleanno del Sovrano Festa nazionale; compleanno del sovrano regnante di Tonga
17 settembre Compleanno dell'erede al trono Festa nazionale; compleanno dell'erede della corona di Tonga
4 novembre Giorno della Costituzione Festa nazionale
4 dicembre Tupou I Day Festa nazionale; anniversario dell'incoronazione del re George Tupou I, primo re del Tonga
25 dicembre Natale La Chiesa cattolica e altre chiese cristiane ricordano la nascita di Gesù Cristo
26 dicembre Santo Stefano Giorno festivo (non di precetto) stabilito nel dopoguerra per allungare la festività solenne del Natale

Il Public Holidays Act richiede che quando queste festività cadono di martedì o mercoledì, il giorno festivo venga osservato il lunedì prima del giorno effettivo. Quando cade di giovedì, venerdì, sabato o domenica, il giorno festivo sarà osservato il lunedì successivo. Inoltre, i compleanni del Sovrano regnante di Tonga e dell'Erede della Corona di Tonga devono essere celebrati il giorno in cui cade, a meno che non cada di domenica, nel qual caso è celebrato il lunedì successivo.[61][62][63]

Note

  1. ^ (EN) Population growth rate, su CIA World Factbook. URL consultato il 28 febbraio 2013.
  2. ^ Tonga, la terra dove inizia il tempo, su tongaturismo.info. URL consultato il 18 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 14 dicembre 2010).
  3. ^ Dati dal Fondo Monetario Internazionale, ottobre 2013
  4. ^ Tasso di fertilità nel 2011, su data.worldbank.org. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  5. ^ a b c (EN) PRELIMINARY RESULT TONGA POPULATION CENSUS 2021 (PDF), su tongastats.gov.to, Tonga Statistics Department, 24 dicembre 2021, p. 1. URL consultato il 17 gennaio 2022.
  6. ^ a b c d e (EN) Tonga, su thecommonwealth.org. URL consultato il 18 gennaio 2022.
    «Tonga is two roughly parallel chains of around 170 islands in the south-western Pacific. Neighbouring countries include Fiji to the west, Cook Islands to the east and Samoa north. Only 36 islands are inhabited. Tonga’s western islands are volcanic (four with active volcanoes) and sit well above sea level. Those to the east are coral and are more low-lying.»
  7. ^ (EN) An Account of the Natives of the Tonga Islands in the South Pacific Ocean ... - William Mariner, John Martin -, su Google Books, 12 aprile 2016. URL consultato il 26 febbraio 2022 (archiviato dall'url originale il 12 aprile 2016).
  8. ^ (EN) Ufficio del Turismo di Tonga, su tongaholiday.com. URL consultato il 25 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 31 maggio 2014).
  9. ^ (EN) Captain Cook and the ‘Friendly Islands’?, su blogs.bl.uk, 18 giugno 2018. URL consultato il 26 febbraio 2022.
  10. ^ (EN) Tonga, the Friendly Islands, su polynesia.com | blog, 15 dicembre 2015. URL consultato il 26 febbraio 2022.
  11. ^ (EN) Donald Frederick Lach e Edwin J. Van Kley, Asia in the Making of Europe, University of Chicago Press, 1998, ISBN 978-0-226-46765-8. URL consultato il 21 febbraio 2022.
  12. ^ (EN) Robert University of Michigan, A general history and collection of voyages and travels, Edinburgh, W. Blackwood, 1811. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  13. ^ (EN) Max Quanchi e John Robson, Historical Dictionary of the Discovery and Exploration of the Pacific Islands, Scarecrow Press, 18 ottobre 2005, ISBN 978-0-8108-6528-0. URL consultato il 21 febbraio 2022.
  14. ^ (EN) Andrew Sharp, The Discovery of the Pacific Islands, Clarendon Press, 1960, ISBN 978-0-19-821519-6. URL consultato il 21 febbraio 2022.
  15. ^ Fiji and Tonga - A tale of two island states, The Economist, March 17th 2007, p. 63
  16. ^ Iliehard DANGEL, Richard DANGEL e Delio CANTIMORI, TONGA, su Treccani - Enciclopedia Italiana (1937). URL consultato il 18 gennaio 2022.
  17. ^ (EN) Dirk HR Spennemann, The June 1846 Eruption of Fonualei Volcano, Tonga An Historical Analysis (PDF), su Charles Sturt University - The Johnstone Centre, 2004. URL consultato il 20 febbraio 2022.
  18. ^ La colossale eruzione a Tonga, spiegata, su Il Post, 18 gennaio 2022. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  19. ^ Tonga, nuove foto mostrano la distruzione portata dal vulcano. Aiuti e comunicazioni bloccati: l'arcipelago è tagliato fuori dal mondo, su la Repubblica, 18 gennaio 2022. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  20. ^ L'isola che non c'era, su Il Post, 9 febbraio 2019. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  21. ^ (EN) Global Volcanism Program | Kao, su Smithsonian Institution | Global Volcanism Program. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  22. ^ a b c Clima Tonga: temperature, precipitazioni, quando andare, cosa portare, su climieviaggi.it. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  23. ^ a b c Clima delle Isole Tonga: quando andare alle Tonga, su Guida Polinesia, 9 luglio 2014. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  24. ^ a b (EN) Tonga Demographics Profile, su Index Mundi, 2016. URL consultato il 28 febbraio 2022.
  25. ^ (EN) Flight chartered to evacuate Chinese in Tonga, in ABC News, 22 novembre 2006. URL consultato il 28 febbraio 2022.
  26. ^ Tonga Speranza di vita alla nascita - Popolazione, su Index Mundi. URL consultato il 20 gennaio 2022.
  27. ^ Tonga, su The World Factbook, Central Intelligence Agency. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  28. ^ a b c Tonga: Fao, danni seri ad agricoltura da cenere e acqua salata - Europa, su Agenzia ANSA, 25 gennaio 2022. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  29. ^ a b c Tonga, eruzione vulcanica: 12.000 famiglie di agricoltori, cioè l'85% del totale, saranno colpite dal disastro, su la Repubblica, 21 gennaio 2022. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  30. ^ a b (EN) Wieland Künzel, South Pacific Smallholder Project Occasional Paper no. 12, University of New England; South Pacific Smallholder Project, 1989, ISBN 978-0-85834-823-3. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  31. ^ a b c d (EN) W. Arthur Whistler, Vegetation of Samoa and Tonga, in Pacific Science, vol. 46, n. 2, University of Hawai'i Press, Aprile 1992. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  32. ^ (EN) Tonga (TON) Exports, Imports, and Trade Partners, su OEC - The Observatory of Economic Complexity. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  33. ^ (EN) Halavatau, S. M. & Halavatau, N. V., Food Security Strategies for the Kingdom of Tonga (PDF), su United Nations Centre for Alleviation of Poverty Through Secondary Crops' Development in Asia and the Pacific, 2001. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  34. ^ a b (EN) Tonga - Demographic, economic and gender profile (PDF), su UN, 2019. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  35. ^ Beatrice Maolucci, Ta’ovala, abito tradizionale di Tonga - Luomoconlavaligia, su L'uomo con la valigia, 22 luglio 2014. URL consultato il 26 febbraio 2022.
  36. ^ Niuatoputapu è la Polinesia antica, su Il sito navigabile dei Velisti per Caso!, 5 agosto 2002. URL consultato il 26 febbraio 2022.
  37. ^ Guida delle Tonga: informazioni utili e consigli pratici, su 7cc9, 12 novembre 2016. URL consultato il 26 febbraio 2022.
  38. ^ a b Nuotare con le balene: esperienza da non perdere alle Tonga, su 7cc9, 8 febbraio 2017. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  39. ^ a b ISOLE DEL REGNO DI TONGA - Vava'u, l'isola della balena che canta, su Benvenuti su esserealtrove!. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  40. ^ a b A Tonga, nuotare con le balene nelle "isole dell'amicizia", su Biglietto di Viaggio, 8 dicembre 2012. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  41. ^ (EN) Tonga - The World Bank - Pathways for Tongan Youth Employability (P161541) (PDF), su documents1.worldbank.org, 13 febbraio 2017. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  42. ^ (EN) Rodney A. Perry, Self-Adhesive Stamps of Tonga, su Philatelic Database, 12 giugno 2008. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  43. ^ Submarine cable map- Tonga cable, su submarinecablemap.com.
  44. ^ Submarine cable map- Tonga Domestic Cable Extension (TDCE), su submarinecablemap.com.
  45. ^ Tsunami a Tonga, quali sono le specie che abitano nell’arcipelago e cosa può essergli successo, su Kodami. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  46. ^ TONGA in "Enciclopedia Italiana", su Treccani. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  47. ^ a b c (EN) Kingdom of Tonga and Niue, north of New Zealand | Ecoregions | WWF, su World Wildlife Fund. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  48. ^ Rive - Il mondo delle isole: Tonga, su Rive - Il mondo delle isole. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  49. ^ About Tonga - Tongan Bats, su Tongan Charter. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  50. ^ (EN) Kingdom of Tonga: Safe Haven for Flying Foxes, su Bat Conservation International. URL consultato il 27 febbraio 2022.
  51. ^ Tongan Scrubfowl - Megapodius pritchardii, su iucnredlist.org. URL consultato il 19 gennaio 2022.
    «Megapodius pritchardii is endemic to Tonga where although fossil evidence indicates it was once widespread, there is now only a remnant population on the island of Niuafo'ou and a re-introduced population on Fonualei. On Niuafo'ou it is concentrated around the inner slopes of the caldera (a large sunken water- and forest-filled crater formed after volcanic activity) and on two cat-free islets in the crater lake.»
  52. ^ (EN) Dieter Rinke, Vol. 63, No. 4 ( Apr. 1, 1993), su Trove, 1º aprile 1993. URL consultato il 20 febbraio 2022.
  53. ^ (EN) Megapodes alive and well on Fonualei, su the Guardian, 24 luglio 2003. URL consultato il 20 febbraio 2022.
  54. ^ (EN) Encyclopædia Britannica: Tonga, su britannica.com. URL consultato il 16 agosto 2019.
  55. ^ Incoronazione del Re Tupou VI di Tonga, su Rainews, 4 luglio 2015. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  56. ^ Copia archiviata, su pmo.gov.to. URL consultato il 15 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 23 gennaio 2009).
  57. ^ Comstar 1A, 1B, 1C, 1D / Parallax 1 / Esiafi 1, su space.skyrocket.de. URL consultato il 12 aprile 2021.
  58. ^ Polynesia: Otai Recipe | Multi Cultural Cooking Network
  59. ^ TV Tonga - TBC, su tonga-broadcasting.net.
  60. ^ (EN) The official report of the Centennial Olympic Game - Volume III: The competition results (PDF), su la84foundation.org, 159.
  61. ^ a b (EN) National Holidays in Tonga in 2022, su Office Holidays. URL consultato il 27 marzo 2022.
  62. ^ (EN) In Tonga no extra days off for Christmas and New Year holidays, su Matangitonga, 14 dicembre 2021. URL consultato il 27 marzo 2022.
  63. ^ (EN) PUBLIC HOLIDAYS ACT (PDF), su ago.gov.to, 2016. URL consultato il 27 marzo 2022.

Bibliografia

  • Fiji and Tonga - A tale of two island states, The Economist, March 17th 2007, p. 63.
  • Svenja Völkel, Social Structure, Space and Possession in Tongan Culture and Language: An ethnolinguistic study (Culture and Language Use) 9027202834, 9789027202833 John Benjamins Publishing Company 2010

Voci correlate

Altri progetti

Altri progetti

  • Wikinotizie
  • Wikimedia Commons
  • Wikivoyage
  • Collabora a Wikinotizie Wikinotizie contiene notizie di attualità su Tonga
  • Collabora a Wikimedia Commons Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Tonga
  • Collabora a Wikivoyage Wikivoyage contiene informazioni turistiche su Tonga

Collegamenti esterni

Controllo di autoritàVIAF (EN) 126844352 · LCCN (EN) n80106710 · GND (DE) 4060396-9 · BNF (FR) cb11975937b (data) · J9U (ENHE) 987007555055405171 · NDL (ENJA) 00573271 · WorldCat Identities (EN) lccn-n80106710
  Portale Isole
  Portale Oceania